La mia vita con un po' troppo testosterone per casa...
Ho modificato la grafica del blog. Quella sullo sfondo è l'incasinatissima libreria di casa Piselloni...

venerdì 24 gennaio 2014

Di sfighe e buoni propositi



Mi si perdoni se ho saltato il post di auguri natalizi e il post di inizio anno, ma la morte di mio zio è stata una tegola in testa di quelle da cui è difficile riprendersi e mi ha scombussolato un po’ i piani.
Il 2 gennaio, dopo il funerale, pensavo che quando si comincia l’anno con un funerale l’anno in questione non può andare che in meglio. Seeeee.
Due giorni dopo mia suocera capitombola a terra e si rompe il braccio. Che già rompersi il braccio, finanche il sinistro, sarebbe una disgrazia di per sé. Ma se capita a mia suocera apriti cielo. Diamole il premio di persona più sfigata d’Italia, che se lo merita, porella…
L’altro giorno, come se non bastasse, mio suocero è stato operato a tre ernie, operazione prenotata già da tempo che non è stato possibile rimandare. Così adesso mi trovo con una suocera menomata e un suocero in ospedale. Evviva.
Il tutto ha avuto ripercussioni anche sul planning della settimana, visto che la nonna paterna non può (e dio solo sa quando potrà, porella…) tenermi il Paio, ed abbiamo quindi dovuto riorganizzare i giorni al nido e i giorni con mia mamma. Sempre che non capiti qualcosa anche a lei, che allora andiamo tutti direttamente a Lourdes.

Sfighe a parte durante le vacanze di Natale ci siamo divertiti un sacco, certo con l’ombra della malinconia sempre appollaiata sulla spalla, ma cercando di farlo pesare il meno possibile ai bambini.
Ci siamo fatti il nostro classico giretto a Verona per vedere la stella cometa gigante

Quello al nostro centro commerciale di fiducia

Siamo usciti, meteo permettendo, in passeggiata


Ci siamo strafogati di porcherie

Natale con la mia famiglia, giocattoli a vagonate, carta da regalo ovunque.
L’ultimo lo abbiamo passato con un paio di  colleghi di MaschioAlfa, con relative famiglie, a casa di uno di questi. Tutti e cinque i bambini, e tutti under 5, sono rimasti svegli fino a mezzanotte passata!

Non sono mancati i classici buoni propositi per il 2014:

Mi ero riproposta di leggere di più insieme ai bambini, e ci sto riuscendo.
Mi ero riproposta di urlare di meno, ma ho già miseramente fallito.
Mi ero riproposta di essere più costante nelle pulizie di casa, e insomma, diciamo che ci sto riuscendo.
Mi sono messa a dieta. HAHAHAHAHAHAHAHA.

Vabbè, intanto siamo già arrivati alla fine di gennaio, poi arriva febbraio, il mese che odio di più in assoluto (e per fortuna che è breve), e poi marzo, con i primi giorni di primavera che spianano la strada alla bella stagione e alle vacanze da programmare.

Per quest’anno non chiedo niente di più di quello che ho già, che se fosse così già sarebbe meraviglioso.

12 commenti:

  1. Dai non può che migliorare..ma di sfiga un questo periodo ne gira parecchia, come l'influenza
    darling

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora spero di avere fatto gli antibiotici... ;)

      Elimina
  2. Ebbrava!! chiedere di mantenere cio' che si ha ...che basta un nulla e zac... dai che il tiepido Marzo è vicino vicino ....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A sentire il freddo di oggi non tanto, ma siamo fiduciosi!

      Elimina
  3. Quello dell'urlare è anche nella mia lista...diciamo che vado a giorni alterni, ma se penso a un anno fa, mi sento davvero una mamma bravissima!!!
    Dai che le sfighe prima o poi passano...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io vado a giorni alterni, ma diciamo che il mio volume è normalmente medio-alto, mi devo dare assolutamente una regolata...

      Elimina
  4. Allora buon anno in ritardo, speriamo che la scorta annuale di sfighe tu l'abbia già fatta così sei a posto!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  5. Scavalcato gennaio per me e' già Pasqua...non lo so io sento già odore di crema abbronzante!
    Buon anno Silvia di cuore!

    RispondiElimina