La mia vita con un po' troppo testosterone per casa...
Ho modificato la grafica del blog. Quella sullo sfondo è l'incasinatissima libreria di casa Piselloni...

giovedì 12 settembre 2013

Ho letto: E poi Paulette



E POI PAULETTE

Grazie davvero a Franci per aver suggerito questo bellissimo libro!
Tutto ha inizio quando Ferdinand, rimasto a vivere da solo nella sua grande fattoria dopo che suo figlio e sua nuora se sono andati in città insieme ai suoi amatissimi nipotini, si accorge che il tetto della casa di Marceline, la sua vicina di casa, è andato completamente distrutto dopo un temporale. Nonostante fino a quel momento le avesse rivolto sì e no tre parole, non riesce a far finta di niente e le chiede di trasferirsi da lui.
Ma altri avrebbero bisogno di una casa: l’amico Guy, che da quando è morta la moglie si sta lasciando andare, le anziane “sorelle” Simone e Hortense, a rischio di sfratto, la quasi infermiera Muriel, senza soldi per pagarsi un affitto, ma bravissima a fare le iniezioni, Kim, appassionato di giardinaggio e di coltivazioni biologiche. E, alla fine, inaspettata arriva anche Paulette…
E’ un libro tenerissimo, quasi una coccola per il cuore. Una storia che fa riconciliare con il mondo, una pedata contro le inimicizie, i rancori e le invidie.
Come ha detto anche Franci sarebbe davvero bello vivere in questa grande casa insieme a loro, sarebbe bello che cose del genere accadessero sul serio…
E se volete sapere chi sia questa Paulette…beh, questa è proprio una sorpresa…

3 commenti:

  1. io,detta Pauline, dopo "E alla fine asrriva Polly"non posso non scoprire chi sia Paulette ...andrò molto presto a comprarlo!!!!

    RispondiElimina
  2. mi sa che ho bisogno di un libro dolce!

    RispondiElimina
  3. Bello vero? a rileggere la tua descrizione ho riprovato il brivido d'amore che avevo provato a leggerlo !! Un vero balsamo!

    RispondiElimina