La mia vita con un po' troppo testosterone per casa...
Ho modificato la grafica del blog. Quella sullo sfondo è l'incasinatissima libreria di casa Piselloni...

venerdì 25 maggio 2012

Di pediatri e di studi scientifici


Premetto che adoro il nostro pediatra.
Oltre che essere un bel pezzo d’uomo, quel che mi piace di lui è che è rassicurante. Mai allarmista, mai eccessivamente preoccupato, tutto si sistema. E poiché anch’io sono così mi fa piacere essere sulla stessa lunghezza d’onda e ogni visita dal dottor S. si rivela sempre piacevole.
Ora. A Marzo Paio compie un anno e, come da contratto, si va a fare il tagliando.
La visita è andata bene, il pupo cresce (se ci fosse stato ancora qualche dubbio…) e fin qui niente di che.
Solo che ho avuto ancora una volta l’impressione che quello che ti dicono i medici sia estremamente variabile. E non so quanto questo dipenda da effettive ricerche scientifiche, piuttosto che da motivazioni economiche o mode del momento.
Mi spiego.
Alla prima tosse di Checco, avrà avuto 5-6 mesi, ci disse di dargli il Bisolvon. Alla prima tosse di Paio che faccio, gli do il Bisolvon. No, non va più bene. Recenti ricerche mediche hanno dimostrato che bisogna evitare di dare mucolitici al di sotto dei 2 anni. Ormai il povero Checco l’avrò rovinato per sempre, ma a Paio assolutamente sciroppo omeopatico e aerosol di fisiologica.
Quando Checco compì un anno, anzi, mancava ancora qualche giorno, ci disse di iniziare con il latte vaccino. Finisco la scatola di Mellin, che faccio, comincio col latte vaccino. No, non va più bene. Recenti studi scientifici hanno dimostrato che nel latte vaccino ci sono troppe proteine, i bambini assumono troppe proteine e le proteine sono tra le cause dell’obesità infantile (ah, ma non era la Nutella, o il poco movimento, o il Mc Donald’s? No?! Le proteine?! Ah, va bene).
E quindi via col latte di proseguimento, per un altro anno.
Onestamente non lo stiamo proprio ascoltando….

Nessun commento:

Posta un commento