La mia vita con un po' troppo testosterone per casa...
Ho modificato la grafica del blog. Quella sullo sfondo è l'incasinatissima libreria di casa Piselloni...

lunedì 21 gennaio 2013

La mostra



Per celebrare il restauro della Basilica Palladiana (per chi non la conosce vi metto una foto, è davvero bella…)

La città di Vicenza ha organizzato questa splendida mostra che, inaugurata il 6 ottobre scorso ha chiuso i battenti ieri:



Essendo non dico appassionati, ma senza dubbio amanti dell’arte, avendo visitato fior fiore di musei in Italia e in Europa, MaschioAlfa ed io non vedevamo l’ora di vederla. “Dobbiamo andare a vedere la mostra” ci siamo ripetuti fino allo sfinimento.
Ora, noi abitiamo a circa 20 chilometri da Vicenza, Maschio Alfa ci lavora pure. In passato ci siamo anche fatti due ore di macchina per mostre meno interessanti, come non approfittare di una tale botta di culo, incredibili capolavori ad un passo da casa?

Detto questo, secondo voi i coniugi Piselloni quando hanno deciso di andare a visitare la suddetta mostra?

A)    Ancora ad ottobre, in un pomeriggio feriale, approfittando delle miti giornate autunnali, trovando zero fila allo sportello e riuscendo ad ammirare i capolavori con tutta la calma che meritano, concedendosi il lusso dell’audioguida.
B)    Durante le vacanze di Natale, una mattina, riuscendo ad arrivare poco dopo l’apertura e quindi a trovare relativamente poca gente.
C)    In un giorno qualsiasi del periodo di allestimento, ma avendo prenotato il biglietto su internet e quindi evitando la fila; vedendo la mostra in fretta, senza audio guida, facendo a turni per vedere i quadri, spintonandosi un po’ per passare nei corridoi, maledicendo il fatto di non esserci andati prima.
D)    Sabato scorso, l’ultimo sabato di apertura, un freddo cane, pioggia, un casino per parcheggiare, una fila che praticamente circondava tutta la basilica, con la previsione di dieci persone fatte entrare ogni cinque minuti, davanti a noi ce ne saranno state circa 200, più tutti quelli che avevano prenotato

Vi do’ un indizio: alla fine non l’abbiamo proprio vista….


Per fortuna dal 2 febbraio la stessa mostra (più o meno) sarà portata a Verona. Riusciranno i nostri eroi a perdersi anche questa?
 

8 commenti:

  1. Ma che bella questa mostra! Dai, organizzatevi per tempo, non si può perdere!

    RispondiElimina
  2. Posso aggregarmi anch'io? nel senso agli eventi che riusciamo sempre a perdere! A taranto, mia città, ci abito dico nn devo fare 200 km!! dicevo..a Taranto al Castello Aragonese (solo la location merita) c'è la prima mostra di Cake Designer e l'ingresso è gratuito ma...persa anche quella!! °_O
    ciao Marinella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E figurati che a questa mostra sono arrivati pullman da tutta Italia...

      Elimina
  3. Come capisco perfettamente! Io faccio ancora peggio, per mesi mi dico che devo andare a visitare la mostra, poi mi dimentico e alla fine mi sveglio il giorno dopo la chiusura!

    RispondiElimina